BASE DEI CARABINIERI. NO A CONSUMO DI SUOLO. MA SUL SERIO.

La mobilitazione unitaria della città qualche risultato sembra averlo portato. Da quanto riferito dai partecipanti locali all’incontro del 4 maggio sembra emergere l’accantonamento del progetto della “cittadina” dei Carabinieri a Coltano, anche se il DPCM dove viene prevista non è stato, a quanto si sa, ritirato. Il ritiro di quell’atto appare indispensabile a meno che il Ministero non lo voglia utilizzare per trattare da una posizione di forza. Sarebbe ancora un comportamento arrogante nei confronti dei cittadini e dei loro rappresentanti, in contrasto con quella disponibilità che traspare dalle dichiarazioni dei presenti all’incontro. Non lasciano ben sperare le operazioni di…

Condividi questo articolo:

BASE DEI CARABINIERI: NO A CONSUMO DI SUOLO, OVUNQUE IN CITTÀ.

NON C’È NESSUNA PREVISIONE URBANISTICA DI CASERME A OSPEDALETTO. La mobilitazione unitaria della città (a parte il partito del “cemento e moschetto”) sembra aver portato a prevalere la ragionevolezza e ad escludere lo scempio del Parco a Coltano. Bene, continuiamo a tenere alta l’attenzione e la mobilitazione. Da più parti sono però venute avanti proposte quasi altrettanto sbagliate, cioè traslocare la stessa previsione di consumo di suolo poco più in là, cioè a Ospedaletto, dove esisterebbe negli strumenti urbanistici in vigore una previsione per questo tipo di insediamento. Stupisce che tale affermazione provenga da ex amministratori del comune di Pisa…

Condividi questo articolo:

Assemblea dei soci giovedì 5 maggio 2022 in Largo Petrarca

L’assemblea dei soci de La Città Ecologica è convocata in presenza giovedì 5 maggio 2022 in prima convocazione alle ore 12:00 e alle ore 18:00 in seconda convocazione nella saletta della Circoscrizione 5 in Largo Petrarca con il seguente ordine del giorno: 1 Approvazione del bilancio consultivo 2021 e del bilancio preventivo 2022e delle rispettive relazioni – introduce il tesoriere; 2 Programma di lavoro dell’associazione per il 2022 – relazione del presidente; 3 Integrazione del Comitato direttivo; 4 Varie ed eventuali. I bilanci e le relazioni  saranno inviati direttamente ai soci per posta elettronica.La presente comunicazioni vale agli effetti degli…

Condividi questo articolo:

NON È UNA BATTAGLIA CONTRO I MILITARI MA CONTRO IL CONSUMO DI SUOLO.

NUOVA CITTADINA DEI CARABINIERI IN COLTANO. TUTTA LA CITTÀ ESPRIMA LA PROPRIA CONTRARIETÀ. In merito alla “cittadina” dei Carabinieri a Coltano avevamo auspicato che tutta la città, Sindaco e Consiglio Comunale in testa, si mobilitasse per dire al governo che quella scelta è improponibile per Pisa. Il nostro auspicio è stato nel complesso accolto, a parte il partito del “cemento e moschetto”. Sono venute avanti però proposte quasi altrettanto sbagliate come quella di Ylenia Zambito di realizzare quella “cittadina” poco più in là, a Ospedaletto. Fortunatamente tale proposta è stata contestata dal circolo locale del suo stesso partito. Proposte più…

Condividi questo articolo:

NUOVA CITTADINA DEI CARABINIERI IN COLTANO. TUTTA LA CITTÀ DICA AL GOVERNO CHE È IMPROPONIBILE A PISA.

DI SEGUITO FOTO DELL’AREA INTERESSATA e UNA RASSEGNA STAMPA Con DPCM del gennaio pubblicato il 23 marzo scorso il Governo individua come “opera destinata alla difesa nazionale” un “Intervento infrastrutturale” destinato ad ospitare un Gruppo d’Intervento dei Carabinieri, in Coltano. Spiace che la città abbia dovuto conoscere di questa scelta solo ex post e solo per la solerzia del gruppo di opposizione in Consiglio Comunale Una Città in Comune. Eppure in molti sembra sapessero, se non le dimensioni monstre dell’intervento, almeno le intenzioni del Ministero e del Comando dei Carabinieri sull’area di Coltano. Per prima cosa occorre conoscere le carte…

Condividi questo articolo:

FAST PARK sul Litorale: il Comune dà i numeri.

Sono SOLO 40 I POSTI IN PIÙ, forse anche meno. L’Associazione ambientalista LA CITTÀ ECOLOGICA illustra di seguito l’incredibile balletto di numeri presente nei documenti ufficiali sul FAST PARK di Marina. Nella Relazione allegata alla Delibera di giunta N. 246 del 29/10/21 che approva l’intervento si afferma che i posti auto attuali sarebbero 145 e quelli dopo l’intervento 240, con un aumento, si dice, di +166%, dimostrando di non avere grande dimestichezza con le percentuali (l’aumento sarebbe poco più del 65%). Questi i numeri, sbagliati in diversi sensi, sono stati comunicati alla Regione e diffusi alla stampa e, quindi, alla…

Condividi questo articolo:

Il Flash mob contro il Fast Park e l’inclemenza climatica per una mobilità sostenibile (meno auto, più bici, il tram).

LE FOTO E I MEZZI D’INFORMAZIONE     L’iniziativa su PisaToDay del 3 aprile 2022 L’iniziativa su La Nazione on line del 3 aprile 2022 L’iniziativa su QUINewsPisa.it del 3 aprile 2022 L’iniziativa in un post nel gruppo Toscana Oggi Vita Nova    

Condividi questo articolo:

Ancora parcheggi sul Litorale: una scelta sbagliata. Un’altra mobilità è possibile.

Comunicato stampa delle Associazioni per il Territorio Non è con nuovi parcheggi che si risolve il problema della mobilità verso e sul litorale pisano. I parcheggi, aumentando la speranza di sosta, favoriscono l’uso dell’auto e quindi aggravano il problema. Questo assunto, che ormai guida la politica della mobilità di molte le città europee, anche di grandi dimensioni, è purtroppo sempre stato estraneo alla politica della mobilità del Comune di Pisa. Il problema non è solo il singolo parcheggio sulla Litoranea, è quale politica della mobilità si vuol perseguire. È quella la linea per il futuro? È con altri parcheggi, magari…

Condividi questo articolo:

Mobilità sostenibile = vita migliore sul litorale. Flash mob organizzato dalle Associazioni per il Territorio

Ma servono interventi coerenti, non nuovi parcheggi. L’Amministrazione comunale vuole spendere 2 milioni di euro per realizzare un parcheggio a due piani sulla Litoranea a Marina. Dopo un incredibile balletto di numeri, a oggi i nuovi posti auto sarebbero circa 40 (50.000€ a nuovo posto auto). La Regione Toscana finanzia il parcheggio per un numero di posti auto superiore, come scambiatore e al servizio anche di Comuni limitrofi. In realtà è solo un ulteriore parcheggio attrattore di traffico sul litorale già congestionato, in particolare in estate, da un mare di auto che rendono inefficiente il servizio pubblico. Occorre abbandonare l’illusione…

Condividi questo articolo:

PIATTAFORMA EUROPA: IN UN DOCUMENTO I MOTIVI DELLA CONTRARIETÀ ALL’OPERA.

LA CITTÀ ECOLOGICA PISA ITALIA NOSTRA LIVORNO La Piattaforma Europa, prevista dal Piano Regolatore Portuale di Livorno, prevede un’enorme espansione del Porto verso mare e verso nord. La fase 3 del progetto prevede un molo nord quasi in linea con l’attuale foce armata sud dello Scolmatore che si estende in mare per circa 3100 metri! Come estensione superficiale molto più di un raddoppio del porto attuale, che come si è soliti fare per le discariche, si fa al confine col Comune vicino. Il motivo è rendere il porto capace di ricevere anche navi passeggeri e soprattutto portacontainers di ultima generazioni:…

Condividi questo articolo: