LA RELAZIONE DE LA CITTÀ ECOLOGICA ALLA 1a COMMISSIONE CONSILIARE SULLA TRANVIA A PISA. L’ASSESSORE: ORGANIZZIAMO UNA GIORNATA DI APPROFONDIMENTO.

La 1a Commissione consiliare permanente del Comune di Pisa è tornata mercoledì 13 marzo ad affrontare il tema della tranvia urbana e lo ha fatto partendo dalla Relazione svolta dal presidente de La Città ecologica, Pierluigi D’Amico, che da decenni è tra gli ambientalisti pisani che elaborano proposte e fanno iniziative per una mobilità ecologica in città. D’Amico è partito da una novità importante emersa dalla precedente seduta della Commissione: tutte le forze politiche sembrano ora finalmente convinte della necessità di una rete tranviaria urbana. Ma la tranvia a Pisa non è solo necessaria; è anche possibile. Solo in Europa…

Condividi questo articolo:

LA CITTÀ ECOLOGICA ALLA PRIMA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 13 MARZO 2024 SUL TRAM A PISA E NELL’AREA VASTA COSTIERA

Il progetto della rete tranviaria a Pisa è arrivato nella Prima Commissione consiliare permanente per iniziativa del consigliere comunale Ciccio Auletta del gruppo consiliare Una Città in Comune, che ha richiesto di porre l’argomento all’ordine del giorno della commissione stessa.  Una prima seduta della Commissione sull’argomento era stata convocata per il 5 marzo e La Città ecologica aveva chiesto al Presidente di poter parlare nel corso di quella riunione. Il Presidente della Commissione Dr. Angelo Ciavarrella, ritenendo che in quella seduta, data la presenza dell’Assessore, di tecnici del Comune e della PISAMO,  ci sarebbe stato poco tempo per il nostro…

Condividi questo articolo:

INQUINAMENTO ATMOSFERICO IN CITTÀ. UNICA SOLUZIONE RIDURRE LE AUTO IN CIRCOLAZIONE.

La situazione dell’inquinamento atmosferico in città, pur migliorato nell’ultimo decennio, rimane preoccupante. Per rimanere alle sole polveri sottili, ci sono stati alla centralina di via del Borghetto, dall’inizio del 2024, 33 superamenti del valore guida per le PM2,5 individuato dalla OMS per la protezione della salute umana e 9 superamenti delle PM10. In 52 giorni. Il tutto in presenza di temperature dell’atmosfera più alte della media del periodo per effetto del riscaldamento globale, che favoriscono la dispersione degli inquinanti. L’inverno-non inverno riduce anche l’inquinamento urbano prodotto dai vari tipi di riscaldamento domestico e fa sì che l’inquinamento odierno sia prevalentemente…

Condividi questo articolo:

NUOVO BANDO DEL MINISTERO PER PROGETTI DI TRANVIE. NON CI SONO I SOLDI MA BISOGNA PRESENTARE I PROGETTI. PISA SI ATTIVI ANCHE CON LA REGIONE TOSCANA.

Il MIT ha pubblicato l’atteso Avviso numero 3 per la presentazione di istanze di accesso al finanziamento del Trasporto Rapido di Massa: in primis linee tranviarie. A differenza degli altri 2, si tratta di un avviso di sola programmazione, cioè non sono previsti finanziamenti dal momento che, come abbiamo scritto in un precedente comunicato, la legge finanziaria 2024 non stanzia nemmeno un euro per la progettazione e la realizzazione di interventi di infrastrutture per la mobilità ecologica e la ciclabilità, spostando le risorse sulla realizzazione del Ponte sullo Stretto!!! Il nuovo Avviso ministeriale servirà a stilare una lista di priorità…

Condividi questo articolo:

IL TRAM IN EUROPA: SONO 43 LE CITTÀ CON MENO DI 150.000 ABITANTI CON ALMENO UNA LINEA TRANVIARIA. QUINDI IL TRAM A PISA SI PUÒ FARE, SE SI VUOLE!

Nella nostra città ci sono ancora, purtroppo, gli scettici sulla realizzazione di linee urbane di tram, che affermano che la città è troppo piccola per poter sostenere un tale modo di trasporto, sicuramente il più efficiente dal punto di vista energetico ed ecologico. Hanno un fondamento oggettivo questi “scettici”, purtroppo presenti anche tra politici ed amministratori? Assolutamente no. Abbiamo voluto dimostrarlo facendo una ricerca sulla presenza di linee tranviarie in Europa, in città con meno di 150.000 abitanti. Abbiamo scelto quel numero perché la città di Pisa fa parte secondo le Linee Guida Europee di un’Area Funzionale Urbana di 186.000…

Condividi questo articolo:

DALLA REGIONE ALTRI 113 MLN PER LA TRANVIA DI FIRENZE. BENE. MA PERCHÉ LA TRANVIA PISANA NON È MAI PRESA IN CONSIDERAZIONE?

Fra gli interventi finanziati dal Fondo di sviluppo e coesione che pianifica gli investimenti nella regione toscana nell’arco dei prossimi 5 anni c’è anche la scelta, fortemente voluta dal presidente Eugenio Giani, del completamento del finanziamento per la tranvia per Sesto Fiorentino. Sono 113milioni con cui la Giunta completa il lotto che porta al Polo scientifico universitario, come continuità della linea 2 che arriva solo all’aeroporto. Lo stanziamento e l’impegno di spesa per 113 milioni si aggiunge ai 110 milioni già destinati alla tranvia Peretola – Sesto Fiorentino con il Fondo europeo di sviluppo regionale. I 223milioni completeranno dunque il…

Condividi questo articolo:

ZONE 30 E TRASPORTO RAPIDO DI MASSA. IL SINDACO CONTI BATTA UN COLPO.

Mentre il Ministro dei Trasporti trascina il dibattito pubblico in un teatro dell’assurdo che ha come unico obiettivo quello di demonizzare le giuste riduzioni della velocità del traffico in città (anzi, la nota pubblicata dal MIT auspica un ripensamento dei 50 km/h con apertura a 70 km/h nei viali e nelle arterie di scorrimento) i riflettori restano spenti su quella che dovrebbe essere invece la questione principe di cui discutere: la legge finanziaria 2024 non stanzia nemmeno un euro per la progettazione e la realizzazione di interventi di infrastrutture per la mobilità e la ciclabilità. Per la prima volta dal…

Condividi questo articolo:

IL SINDACO SI SCORDA IL TRAM. A CHE PUNTO È IL PROGETTO PISANO?

Il Sindaco nella sua conferenza stampa di fine anno si dimentica della Rete tranviaria urbana, che pure è stata una dei cavalli di battaglia della sua recente campagna elettorale. Eppure a breve dovrebbe uscire un nuovo Bando ministeriale per la presentazione di istanze di finanziamento sul Fondo nazionale per il Trasporto Rapido di Massa. Difficile pensare ad una dimenticanza. E allora cosa accade? Pensiamo che la città abbia il diritto di conoscere a che punto è il progetto pisano di tranvia e quali sono le intenzioni dell’Amministrazione. Secondo La Città ecologica l’Amministrazione dovrebbe andare avanti nella progettazione della rete tranviaria,…

Condividi questo articolo:

27 novembre 1988 – 35 anni fa il Referendum ambientalista sul traffico a Pisa – Qualche documento.

Riportiamo qualche documento originale per consentire a chi fosse interessato di conoscere meglio quell’importante evento di 35 anni fa. Le proposte ambientaliste di allora sono sostanzialmente ancora per la maggior parte valide soprattutto nell’idea di fondo che le muoveva: il problema della mobilità può affrontarsi in modo ambientalmente corretto solo puntando ad una drastica riduzione di tutti i flussi di traffico veicolare privato che investono la città. Per fare questo occorre togliere spazio, anche fisico, alle auto e darlo a pedoni (marciapiedi adeguati ed ampie zone pedonali), ciclisti (una reale rete di piste ciclabili che colleghino i comuni limitrofi con…

Condividi questo articolo:

TRAM A PISA E NELL’AREA VASTA COSTIERA. UN DOCUMENTO DE LA CITTÀ ECOLOGICA INVIATO A SINDACO, ASSESSORI E CONSIGLIERI COMUNALI.

La Città ecologica ha stilato un documento sulla Tranvia a Pisa e nell’area vasta, che ha inviato al Sindaco, agli assessori ed a tutti i consiglieri comunali, nel tentativo di stimolare un dibattito, finora mancato, su questa che riteniamo la scelta prioritaria per la città. Clicca sull’immagine per andare al documento. Il documento come pubblicato dalla testata on line CascinaNotizie il 22 novembre 2023 Il documento come pubblicato dalla testata on line venti4ore.com il 22 novembre 2023

Condividi questo articolo: