LUNGARNI IN ZTL E PERCORSI DAL TRAM. QUESTA È LA PISA SOSTENIBILE

Sulla mobilità in città sembra che il dibattito riparta sempre da zero, sempre dando per scontati gli attuali volumi di traffico veicolare privato e mai pensando a scelte che privilegino una diversa mobilità e la sostenibità, sempre sbandierata per operazioni di greenwashing. Ora si sostiene che il traffico veicolare privato non può essere limitato sui Lungarni perché essi sarebbero usati come assi di attraversamento della città. Per farlo occorrerebbe aspettare la tangenziale a nord della città. Ovviamente non si portano dati a sostegno di questa tesi. Quante sono le auto che giornalmente attraversano i lungarni per attraversare la città? Nessuno…

DARSENA EUROPA: NO ALLA LOGICA DELLA COMPENSAZIONE DEL DANNO

Il progetto della Darsena Europa non va realizzato. La Città ecologica la ritiene un’opera di una fase storica ormai superata, basata sul gigantismo delle navi e su una crescita continua del traffico marittimo. Per realizzarlo sarebbero necessarie circa 2 milioni di tonnellate tra pietre e massi, calcestruzzo per 150.00 tonnellate, 4 milioni di tonnellate di acciaio. Sarebbero emesse quantità enormi di gas clima-alteranti e consumate grandi quantità di energia per la sola realizzazione. Gli effetti sulla costa pisana potrebbero essere catastrofici, fino alla scomparsa della spiaggia fino a Tirrenia soprattutto se sommati agli effetti dei cambiamenti climatici con l’aumento di…

Iscriviti o rinnova la tua adesione alla Città Ecologica per il 2022

Per portare avanti le vertenze avviate, per aprirne altre in difesa del territorio e per migliorare la vivibilità della città, abbiamo bisogno di te ISCRIVITI a LA CITTÀ ECOLOGICA per il 2022   Il costo è di € 15,00 e puoi versarlo tramite bonifico bancario (Carta Postepay evolution intestata al Tesoriere MARCO SALARDI e IBAN : IT19G3608105138237467537476) o Paypal facendo una “Donazione” utilizzando il link presente i questa pagina a destra in alto, indicando nella causale “Iscrizione LCE 2022”. Se sei già un nostro iscritto ti basterà fare solo il versamento per rinnovare l’iscrizione. Se invece ti iscrivi per la…

Il Piano di Recupero ex-Motofides è scaduto. Si vada ad un suo ridimensionamento quantitativo che lo renda meno impattante.

Il Piano di Recupero “ex-Motofides” a Marina di Pisa è stato approvato nel dicembre del 2006. L’Art. 110 della Legge Regionale n. 65/2014 al comma 1 fissa in 10 anni il termine entro il quale i piani attuativi devono essere realizzati e stabilisce, al comma 3, che decorso tale termine “il piano diventa inefficace per la parte non ancora attuata”. Quindi il PdR è scaduto. Non è possibile a nostro avviso andare semplicemente al rilascio di permessi a costruire ma è necessario procedere all’adozione di un nuovo Piano di Recupero da parte del Consiglio Comunale. Sarebbe una buona opportunità per…

Il progetto di tranvia Stazione-Ospedale Cisanello escluso dai finanziamenti del PNRR sul TRM

Il progetto della linea tranviaria pisana dalla Stazione all’Ospedale di Cisanello non rientra tra quelli finanziati con i fondi del PNRR per il Trasporto Rapido di Massa (TRM). I fondi destinati ai nuovi impianti erano pochi (solo 2,2miliardi) e sono andati per lo più alle grandi città metropolitane oltre a città più grandi di Pisa (Bergamo, Rimini, Perugia, ma non tranvie). Peccato. La Città ecologica aveva criticato le scelte progettuali della giunta pisana. Errato secondo noi il percorso della linea troppo esterno al centro storico, l’area cittadina origine/destinazione della maggior numero degli spostamenti. L’ostinazione nel non aver voluto neanche prendere…

Parcheggio multipiano sul Litorale: una scelta sbagliata. Si investa invece in un progetto per riattivare il tram.

La delibera con la quale la Giunta pisana approva, “in linea tecnica”, il progetto di un parcheggio multipiano sul litorale è un classico esempio di quel bla-bla green che ammanta scelte che vanno nella direzione opposta rispetto alla sostenibilità, fino a rasentare la disonestà intellettuale. Il problema della mobilità verso il litorale non si risolve con nuovi posti auto che, aumentando la speranza di sosta, favoriscono l’uso dell’auto e quindi aggravano il problema. Questo assunto, che ormai guida la politica della mobilità di tutte le città europee, è assente dal PUM di Pisa che tutto è tranne che sostenibile e…

Un grave errore incentivare l’uso dell’auto, qualsiasi tipo di auto, per la mobilità in città.

La Città ecologica ritiene che l’Atto di Indirizzo approvato dalla Giunta Conti che di fatto elimina la ZTL per le auto elettriche ed ibride oltre ad introdurre per esse ulteriori incentivi alla sosta, sia un grave errore dal punto di vista ambientale. Riteniamo che in una città delle dimensioni di Pisa qualsiasi provvedimento che incentivi l’uso dell’auto, di qualsiasi tipo di auto, sia in contrasto con l’obbiettivo di una mobilità a basso impatto ambientale. Anche se fosse vero (e non lo è come anche i bambini delle elementari sanno) che i mezzi elettrici sono “a zero impatto ambientale”, come si…

Vittoria al TAR della Toscana del Comitato di cittadini di via Battelli. Annullato il permesso a costruire il fabbricato in via Pellizzi.

Il permesso a costruire n. 17 del 02.03.20 rilasciato dal Comune di Pisa che prevede la demolizione del fabbricato a prevalente destinazione commerciale all’ingrosso che sorgeva in  via Pellizzi, e la successiva costruzione, nel medesimo sito, di un nuovo edificio residenziale di cinque piani, per un totale di venti appartamenti,  progettato dallo studio [PTA] Pagni | Tolaini Architettura e pomposamente denominato Giardino Verticale è stato annullato dal TAR della Toscana, su ricorso del Comitato di cittadini di Via Battelli. L’annullamento ha travolto anche la variante al progetto originario che la proprietà ha richiesto ed ottenuto dal Comune nelle more del…

Le Osservazioni de La Città ecologica alla Delibera della Giunta di Adozione del Piano di Recupero nell’Area ex-GEA in Via Emanuele Filiberto.

In sede di approvazione definitiva della Variante Stadio il Consiglio Comunale ha accolto un’Osservazione della Ditta Cemes che chiedeva un cambio di destinazione d’uso degli immobili ex-GEA in Via Emanuele Filiberto. È stato un accoglimento a nostro avviso illegittimo costituendo di fatto una variante urbanistica che non segue l’iter che devono seguire le “normali” varianti. Questa procedura è stata segnalata all’interno del ricorso al TAR sulla complessiva Variante Stadio, ma non è oggetto delle osservazioni di cui oggi si parla, riguardando esse il Piano di Recupero (PdR) che la ditta ha presentato e la Giunta Comunale ha adottato. Nel PdR…

Bene il confronto tra i sindaci, ma l’obbiettivo sia realmente una mobilità ecologica di uomini e merci.

La Città ecologica da moltissimi anni sostiene che la mobilità nell’Area Vasta costiera pisana-livornese possa trovare una soluzione ecologicamente valida, che produca quindi una drastica riduzione delle auto in circolazione, solo integrando linee urbane di Tram nei tre capoluoghi (Livorno-Pisa-Lucca) con un sistema di linee di Tram-Treno d’area vasta che, utilizzando le linee ferroviarie esistenti, colleghi le linee tranviarie urbane con linee tranviarie interurbane, senza rotture di carico. Quindi linee tranviarie interurbane che colleghino Pisa con Livorno, con il litorale, con Lucca, con l’asse Cascina-Pontedera, con Viareggio, con Collesalvetti. Per arrivare a questo abbiamo sempre sollecitato le Amministrazioni dell’Area Vasta…