NO AL CONSUMO DI SUOLO BOSCATO AL CISAM. USARE LE CASERME ESISTENTI SOTTOUTILIZZATE

Purtroppo l’assurda proposta di utilizzare il CISAM per la nuova base dei carabinieri viene ancora riproposta e ancora con argomentazioni non veritiere. Secondo questa proposta, realizzare una base che necessitava a Coltano di 445.000 metri cubi di fabbricati non produrrebbe al Cisam consumo di suolo. Tutto ciò senza dare prova dell’esistenza in quell’area di fabbricati utilizzabili per una volumetria comparabile. Non si capisce come ciò sarebbe possibile. A questo punto pensiamo necessario chiarire cosa si intenda per “consumo di suolo” visto che ormai tutti ne parlano, spesso a sproposito. Riprendiamo la definizione dalla bella Relazione Istruttoria sullo Studio di Fattibilità…

Condividi questo articolo:

”VALORIZZAZIONE DELLE CASERME” – VICENDA DA CHIARIRE.

La pubblicazione dei prezzi di vendita delle due caserme Curtatone e Montanara e Artale, fatta da Verdi e SI, merita grande attenzione. Nel 2017 ci fu tra Comune di Pisa, Ministero della Difesa e Agenzia del Demanio, un nuovo Accordo, sostitutivo di quello del 2007 mai attuato, per responsabilità del Ministero della Difesa. Esso prevedeva la “valorizzazione” delle due Caserme. In pratica Il Comune si impegnava ad approvare una Variante Urbanistica che destinava ad uso residenziale le caserme e in cambio gli veniva riconosciuto il 15% del ricavato della vendita degli Immobili “valorizzati”. Il fine del Comune era di impedire…

Condividi questo articolo:

BASE DEI CARABINIERI: CISAM IMPOSSIBILE SENZA CONSUMO DI SUOLO BOSCATO. SI UTILIZZINO LE CASERME IN CITTÀ.

Spiace sempre ad una Associazione ambientalista dover polemizzare con un Presidente di un’area protetta, ma la proposta di Bani sul CISAM ci appare del tutto irragionevole e incongrua rispetto alla carica ricoperta. Il CISAM copre un’area boscata di circa 480h molto poco edificata. Buona parte dell’edificato esistente ruota intorno alle funzioni connesse al reattore nucleare RTS-1, spento dal 1980, e da allora in via di decontaminazione. C’è un capannone che costituisce, ad ora, l’unica sede nazionale di stoccaggio per i rifiuti radioattivi di origine sia militare che civile e capannoni in cui si fa tuttora ricerca sulla radioattività e sul…

Condividi questo articolo:

TAVOLO INTERISTITUZIONALE. IMBARAZZANTE IL COMPORTAMENTO DEI RAPPRESENTANTI LOCALI. SCONFORTANTE ESITO DELLA RIUNIONE

La prima riunione del Tavolo Interistituzionale sulla nuova Base dei Carabinieri, almeno dai resoconti di stampa, ha visto i rappresentanti dei cittadini andare in ordine sparso, ognuno con la sua propostina, tutte comunque in negazione di ciò che nei giorni precedenti avevano sbandierato come un caposaldo della loro immagine spacciata per green: il non consumo di suolo. Il Sindaco Conti offre addirittura 36h ettari (chissà chi gli ha dato i numeri) a Ospedaletto, solo in minima parte consumata e dove negli immobili presenti c’è il Mercato Ortofrutticolo, la Tipografia comunale, il Genio Civile e un immobile della Protezione Civile Regionale…

Condividi questo articolo:

EDIFICI STORICI DI COLTANO. REGIONE e COMUNE IGNORANO LE LEGGI E LE PRESCRIZIONI DEL PARCO

Nel secondo decreto del Ministro della Difesa, quello che istituisce il tavolo interistituzionale, l’appellativo di “ecostruttura” dato alla Base dei Carabinieri da realizzare, non è l’unica perla. Il Tavolo dovrebbe valutare “l’opportunità di inserire il borgo di Coltano nel progetto attraverso la rigenerazione urbana degli immobili di proprietà pubblica”. Ora la Rigenerazione Urbana viene definita al Capo III della LRT65/2014. Ad essa concorrono le aree in cui risultino “condizioni di degrado” e già qui qualche dubbio sorge. Il dubbio diventa stupore quando si va alla definizione di tali aree data all’Art. 123 della citata legge: per “degrado urbanistico si intendono…

Condividi questo articolo:

2 GIUGNO: LA CITTÀ ECOLOGICA ADERISCE ALL’APPELLO DEL COMITATO PER LA DIFESA DI COLTANO

La Città ecologica fin dall’inizio di aprile ha denunciato l’assurdità di prevedere una Base dei Carabinieri di 73h per 445.000mc nel Parco MSRM a Coltano. C’è stata una mobilitazione ampia delle Associazioni e dei cittadini, in primo luogo di Coltano, che ha inciso anche sulle forze politiche e le istituzioni, almeno alcune delle quali sicuramente a conoscenza del progetto da un anno. Questa mobilitazione ha portato, sembra, ad accantonare il progetto della “cittadina” dei Carabinieri a Coltano. Ma il nuovo decreto continua a ventilare, assurdamente e in spregio alle previsioni urbanistiche vigenti, il coinvolgimento degli edifici storici di Coltano per…

“CITTADINA” DEI CARABINIERI: L’INTERVENTO DE LA CITTÀ ECOLOGICA ALLA LEOPOLDA

Riteniamo che la città tutta debba essere grata al consigliere Ciccio Auletta e al lavoro di Una Città in Comune che le ha permesso prima di conoscere il decreto del 23 marzo e poi lo Studio di Fattibilità dell’Arma a Coltano. C’è stata una mobilitazione ampia dei cittadini e delle Associazioni che ha inciso anche sulle forze politiche e le istituzioni, almeno alcune delle quali sicuramente a conoscenza del progetto da un anno. Questa mobilitazione qualche risultato lo ha portato: si fa strada l’accantonamento del progetto della “cittadina” dei Carabinieri a Coltano. Continui la mobilitazione, unica speranza che si arrivi…

Condividi questo articolo:

TANGENZIALE NORD: PRESENTATE OSSERVAZIONI ALLA VARIANTE DEL COMUNE DI SAN GIULIANO TERME.

La Città ecologica ha presentato 5 Osservazioni alla Variante adottata dal Comune di San Giuliano Terme per la realizzazione del primo tratto della Tangenziale Nord: di fatto una circonvallazione della frazione di Madonna dell’Acqua per un costo di oltre 20 milioni di Euro. La Tangenziale Nord, ora rinominata Viabilità di Raccordo tra il Polo Ospedaliero e varie arterie, costituirebbe una profonda, estesa e grave ferita nel paesaggio della campagna pisana, irrimediabilmente colpita nella sua naturale continuità. Una ferita che produrrebbe già essa un ingente consumo di suolo e ancor più favorirebbe il “riempimento” con esistenti o nuove previsioni edificatorie, a…

Condividi questo articolo:

DARSENA EUROPA E CONFCOMMERCIO: UN PIATTO DI LENTICCHIE È SUFFICIENTE?

Associazione ambientalista LA CITTÀ ECOLOGICA APS COMUNICATO STAMPA del 12 maggio 2022 DARSENA EUROPA. LA CITTÀ ECOLOGICA NON PARTECIPA ALL’INIZIATIVA DI CONFCOMMERCIO. Confcommercio di Pisa non ha invitato le Associazioni Ambientaliste tra i relatori all’iniziativa sulla Darsena Europa che si terrà il 13 maggio a San Rossore (sic!). La Città ecologica, che da anni si batte contro la realizzazione di quell’opera monstre, non parteciperà quindi a quella iniziativa, che si configura come un faccia a faccia tra i rappresentanti dei balneatori e chi quell’opera ha promosso o finanziato. Sullo sfondo la promessa dei milioni di metri cubi di sedimenti utilizzabili…

Condividi questo articolo:

Cambiamenti climatici e innalzamento del livello del mare. STEPHEN OLSEN AL CIRCOLO IL FORTINO

Venerdì 13 a cena e dopo cena al Circolo IL FORTINO di Marina di Pisa ad ascoltare uno dei massimi esperti mondiali nel campo delle strategie di adattamento all’innalzamento del livello del mare prodotto dai cambiamenti climatici. La Città ecologica aderisce all’iniziativa ed invita i propri amici a parteciparvi. Occorre prenotarsi. LINK PER SEGUIRE ON LINE  

Condividi questo articolo: