NUOVO RINVIO DEL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO DI TRAM. ORA SI MODIFICHI IL TRACCIATO: IL TRAM PASSI DAI LUNGARNI

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La Direzione Generale per i Sistemi di Trasporto ad Impianti Fissi e il Trasporto Pubblico Locale, visto lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso alla situazione epidemiologica, e in considerazione delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza, comunica che la scadenza del 1.06.2020 per la presentazione delle istanze per l’assegnazione dei contributi a valere sul fondo istituito dalla Legge di bilancio 2019, inizialmente prevista per il 1 giugno 2020, è posticipata al 30 ottobre 2020. Quindi una nuova proroga dei termini. La Città ecologica non può che ribadire quello che…

DIRE LA VERITÀ: le spiagge in ghiaia rispondono bene alla mareggiata da allerta arancione.

La grande maggioranza delle spiagge in ghiaia hanno risposto bene alla mareggiata di ieri, smorzando la forza dei marosi ed impedendo che gli stessi facessero danni alla litoranea ed alle abitazioni. Tutte, diciamo, tranne la prima da nord, dove invece una gran quantità di sassi è stata scagliata pericolosamente sulla strada e dove l’acqua ha invaso la litoranea. Quindi non sono le spiagge in ghiaia che non funzionano. È quella particolare spiaggia che necessitava e necessita di interventi immediati. La prima cosa che si nota è che in quella spiaggia la gran parte della ghiaia si è spostata quasi tutta…

Sabbia dal porto di Livorno per il litorale pisano? UN PIATTO DI LENTICCHIE, AVARIATE.

La Città ecologica, ritiene che la promessa del Presidente dell’Autorità portuale di Livorno di cinque milioni di metri cubi di sabbia utilizzabili per il ripascimento del litorale pisano provenienti dal dragaggio del Porto di Livorno per i lavori propedeutici alla realizzazione della Darsena Europa, costituiscano il classico piatto di lenticchie, per di più, considerato il luogo da dove vengono prelevate, molto probabilmente anche avariate. Non è pensabile scambiare un beneficio temporaneo con un’opera che produrrebbe per sempre i suoi effetti. La Darsena Europa è un’opera ambientalmente non sostenibile in sé e quindi da non realizzare. Basta guardare come sarebbe modificato…

RIFIUTI: SÌ ALLA TARIFFA PUNTUALE MA NESSUN ARRETRAMENTO SUL PORTA-A-PORTA.

L’assessore all’ambiente Bedini comunica che bisogna andare oltre la raccolta porta a porta, verso una tariffa puntuale per la raccolta dei rifiuti. Ogni famiglia pagherà non più in base ai componenti e ai metri quadri dell’abitazione ma in base al numero di persone che la formano e ai sacchetti conferiti. L’utente virtuoso è quello che già al momento dell’acquisto sceglie prodotti con il minor imballaggio possibile e che è attento a ridurre gli sprechi. Riducendo i rifiuti e differenziandoli al meglio la famiglia può ridurre la sua tassa sui rifiuti – TARI. Quello che non è chiaro dalle dichiarazioni dell’assessore…

VARIANTE STADIO – RIUNIONE DEI CITTADINI INTERESSATI

Proseguono i lavori della Prima Commissione Consiliare del Consiglio Comunale di Pisa per l’analisi delle controdeduzioni degli uffici alle Osservazioni presentate sulla Variante Stadio. A oggi sono state esaminate 20 Osservazioni, in ordine di presentazione. Tra quelle esaminate ci sono 11 delle 13 Osservazioni presentate da La Città ecologica da sola, più quella presentata insieme a FIAB e LEGAMBIENTE di Pisa. Non ci sono ancora le risposte definitive scritte che saranno presentate in una delibera che dovrà andare in Consiglio Comunale per l’approvazione. C’è solo un brogliaccio in cui sono annotate delle bozze di risposta. Sul sito dell’Associazione, al Link:…

La Città ecologica per il Litorale

Il mare e la costa, l’ambiente boscato e il sistema dunale sono le vere risorse del nostro litorale e vanno tutelate come un bene prezioso. Purtroppo i cambiamenti climatici in atto mettono a rischio queste risorse e arrivano a trasformare il mare in una minaccia per la costa e per gli insediamenti umani. Le previsioni scientifiche più ottimistiche stimano, nel caso di riuscire a contenere al 2100 in 2°C l’incremento del riscaldamento globale, un aumento del livello del mare che va dai 25 ai 70cm. Ancora peggiori ovviamente le previsioni nel caso l’aumento di temperatura sia superiore. Se si somma…

La Relazione annuale 2019 dell’Arpat toscana sulla qualità dell’aria

Pubblichiamo l’ultima Relazione dell’Arpat toscana sulla qualità dell’aria.La relazione  è del 2019 su dati 2018. Fra i dati interessanti: 1 la tendenza alla riduzione di alcuni inquinati fra i quali PM 10 e PM 2,5; 2 la situazione dell’ozono che non presenta segni di miglioramento; 3 molti parametri di riferimento del D. Lgs 155/2010 per definire i valori limite di legge per gli inquinanti sono nettamente superiori a quelli definiti dalle linee guida della Organizzazione Mondiale della Sanità.  L’ OMS è l’Agenzia dell’ONU per i problemi sanitari.

Inquinamento dell’aria a Pisa. Facciamo chiarezza.

Il cambiamento della situazione atmosferica ha portato un lieve miglioramento della situazione dell’inquinamento atmosferico in città. Riportiamo di seguito i dati per le PM10 e le PM2.5 ricavati dai bollettini giornalieri pubblicati dall’ARPAT, e rilevati nelle due centraline presenti in città, quella dei Passi (fondo urbano) e quella in Piazza del Rosso, tra lungarno Buozzi e via del Borghetto (da traffico): Riportiamo anche i valori medi nel periodo per i due tipi di particolato: I numeri ci sembra che parlino da soli. È importante sottolineare un aspetto. I limiti di legge per entrambi i parametri non garantiscono la “salvaguardia della…

Aria: La Città ecologica chiede ordinanza di limitazione del traffico veicolare.

Persistendo una situazione atmosferica sfavorevole alla dispersione degli inquinanti, continuano i superamenti dei limiti delle concentrazioni di PM10 nell’aria. Riportiamo di seguito i dati per le PM10 ricavati dai bollettini giornalieri pubblicati dall’ARPAT, e rilevati nelle due centraline presenti in città, quella dei Passi (fondo urbano) e quella in Piazza del Rosso, tra lungarno Buozzi e via del Borghetto (da traffico). In nove giorni in entrambe le centraline si sono avuti 7 superamenti del limite di 50microgrammi per metro cubo. Tale limite potrebbe essere superato solo 3 volte in un anno secondo le linee guida della OMS (Organizzazione Mondiale della…