BASE DEI CARABINIERI: CISAM IMPOSSIBILE SENZA CONSUMO DI SUOLO BOSCATO. SI UTILIZZINO LE CASERME IN CITTÀ.

Spiace sempre ad una Associazione ambientalista dover polemizzare con un Presidente di un’area protetta, ma la proposta di Bani sul CISAM ci appare del tutto irragionevole e incongrua rispetto alla carica ricoperta.

Il CISAM copre un’area boscata di circa 480h molto poco edificata. Buona parte dell’edificato esistente ruota intorno alle funzioni connesse al reattore nucleare RTS-1, spento dal 1980, e da allora in via di decontaminazione. C’è un capannone che costituisce, ad ora, l’unica sede nazionale di stoccaggio per i rifiuti radioattivi di origine sia militare che civile e capannoni in cui si fa tuttora ricerca sulla radioattività e sul disturbo elettromagnetico dei mezzi militari. Questi volumi non appaiono, purtroppo va detto, allo stato attuale utilizzabili per altri fini.

Lo smantellamento del reattore e la restituzione dell’Area decontaminata al Parco rappresenta un obiettivo primario in quanto, a distanza di tanti anni dalla costruzione, lo stato di conservazione degli impianti potrebbe non garantire più una perfetta tenuta e costituire una fonte potenziale di rischio di contaminazione dell’ambiente. A questo dovrebbe secondo noi lavorare in primis il Presidente Bani.

Ci sono altri edifici, alcuni a destinazione residenziale esterni all’area, ma appare impossibile collocare lì le tre strutture dei Carabinieri senza rilevante, inaccettabile, consumo di suolo, boscato e di pregio.

Anche il riferimento che Bani fa al rischio di future possibili speculazioni immobiliari nell’area citando i casi della Curtatone e dell’Artale è errato. Quelle “valorizzazioni-speculazioni” sono state possibili solo perché il Comune lo ha permesso, approvando varianti urbanistiche di cambio di destinazione d’uso verso il residenziale e prevedendo e approvando (Curtatone) conseguenti Piani di Recupero. Al Cisam se il Parco non lo consente nessuna speculazione sarebbe possibile.

I rappresentanti locali al Tavolo Interistituzionale proprio questo dovevano affermare, che non saranno più pensabili in futuro sulle caserme in città operazioni di “valorizzazione” immobiliare.

È il Ministero della Difesa che deve chiarire quali sono le irrinunciabili esigenze strettamente operative dell’Arma da soddisfare e di conseguenza dichiarare la propria disponibilità a escludere l’idea di cittadella, a ridurre fortemente le dimensioni del progetto e a realizzarlo in sedi diverse.

Deve essere il Ministero a illustrare il reale livello di utilizzazione delle caserme attualmente presenti in città (Gamerra e Bechi Luserna), a quanto è dato sapere ampiamente sottoutilizzate, e di conseguenza in che modo e in quale misura possano essere utilizzate per soddisfare le esigenze attuali dell’Arma.

Tra quelle due caserme ci può essere la soluzione al problema, senza realmente andare a consumare nuovo suolo, agricolo o boscato che sia.

Pisa, 13 giugno 2022

Associazione ambientalista

La Città Ecologica APS

LINK AL PRIMO COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE DELL’8 APRILE 2022

LINK AL SECONDO COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE DEL 22 APRILE 2022

LINK AL TERZO COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE DEL 29 APRILE 2022

LINK AL QUARTO COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE DEL 24 MAGGIO 2022.

LINK AL QUINTO COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE DEL 1 GIUGNO 2022

LINK AL SESTO COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE DEL 5 GIUGNO 2022.

LINK AL SETTIMO COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE DEL 9 GIUGNO 2022

LINK AL PROGETTO DI BASE DEI CARABINIERI IN COLTANO RESO NOTO IL 18 MAGGIO 2022 DAL CONSIGLIERE COMUNALE CICCIO AULETTA DEL GRUPPO CONSILIARE UNA CITTÀ IN COMUNE, CHE RINGRAZIAMO.  

LA LETTERA DI TRASMISSIONE DELLA PROVINCIA DI PISA AL CONSIGLIERE AULETTA

LA RELAZIONE ISTRUTTORIA DELL’UFFICIO BIODIVERSITÀ ED AUTORIZZAZIONI AMBIENTALI DELL’ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI DELL’APRILE 2021.

Il DPCM del 14 gennaio 2022 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 23 marzo 2022.

Il testo del nuovo Decreto Ministeriale che istituisce il tavolo interistituzionale.

Il Comunicato uscito su IL TIRRENO di Pisa il 14 giugno 2022.

Il Comunicato uscito sulla testata on line PISA 24 INFO il 13 giugno 2022

RASSEGNA STAMPA

(senza alcuna pretesa di completezza)

14/06/2022
14/06/2022
14/06/2022
14/06/2022
14/06/2022

15/06/2022

16/06/2022

Il comunicato del 17 giugno 2022 de La Città ecologica sulla vendita delle caserme Curtatone e Montanara e Artale.

 

17/06/2022
17/06/2022
18/06/2022
24/06/2022

24/06/2022
25/06/2022
27/06/2022
29/06/2022

29/06/2022
29/06/2022
30/06/2020
30/06/2022
04/07/2022
04/07/2022
07/07/2022
07/07/2022

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo: